Contattaci
HUESKER s.r.l.
Piazza della Libertá 3
34132 Trieste
Italia

Breve riassunto

A seguito di un gran numero di ricerche e di esperienze pratiche, la posa di uno strato di terreno di copertura al di sopra delle geomembrane utilizzate con funzione di barriera primaria è diventato prassi comune a livello internazionale.

La ricerca sperimentale presentata da Msiza e Shamrock (2014)*1 mostra chiaramente una riduzione delle proprietà meccaniche e delle prestazioni delle geomembrane non protette. Attraverso l'eliminazione dell'esposizione termica e ai raggi UV delle geomembrane, l'esaurimento di antiossidanti è notevolmente rallentato, estendendo così la durata prevista (Rowe et al, 2013)*2.

 

 

Galleria

Per la posa del convenzionale sistema di protezione mediante uno strato di terreno di copertura sono necessari grandi volumi di traffico di mezzi di cantiere. È un fatto noto che fino all'80% di tutti i danni occorsi all’impermeabilizzazione primaria si verificano durante le fasi di posa del terreno di ricoprimento. Inoltre, a causa della posa di terreno o di calcestruzzo, si perde prezioso volume di stoccaggio.

Il SoilTain Protect è un innovativo sistema di contenimento in geotessile realizzato utilizzando tecnologie di tessitura di ultima generazione, costituito da un sistema di tubolari interconnessi tra loro a formare un unico materasso. Il SoilTain Protect deve essere utilizzato ovunque sia necessario evitare l'esposizione solare e ai raggi UV delle geomembrane.

*1 Msiza, J. & Shamrock, J. (2014): What is UV Radiation Exposure and Heat doing to your Liner? Proceeding of the 20th WasteCon Conference

*2 Rowe, R.K., Abdelaal, F.B. & Brachman, R.W.I. (2013)

 

Perché utilizzare il SoilTain Protect?

  • Elimina il transito di pesanti macchinari da cantiere sulle geomembrane
  • Elimina la più grave minaccia per l'integrità dell’impermeabilizzazione
  • Aumenta in maniera notevole la sicurezza in cantiere attraverso la riduzione del traffico di mezzi operativi
  • Aumenta il volume di stoccaggio grazie all'utilizzo di materiale di risulta (ad esempio scarti di lavorazione o ceneri di carbone) all'interno dei tubi di protezione
  • Protegge l'investimento ambientale in modo sicuro ed efficiente